HARRY POTTER THE EXHIBITION: SI ACCENDE LA MAGIA



Eccoci qui a parlarvi della mostra del nostro maghetto preferito e a raccontarvi la nostra giornata in quel di Milano, ancora emozionati e felici di aver potuto vedere così da vicino (moooolto vicino) gli oggetti di scena, i costumi, i piccoli dettagli che sicuramente on the screen non è possibile carpire.

La Mostra, come sapete, ma se non lo sapete ve lo diciamo, è di stanza alla Fabbrica del Vapore. Per chi arriva in auto (come noi) vicinissimi alla mostra ci sono due parcheggi. In alternativa sul sito nella mostra http://harrypotterexhibition.it/it/#location è spiegato dettagliatamente come arrivare.

Essendo che la mostra è con entrata ad orario premunitevi di biglietti e cercate di arrivare in orario. Alcune precisazioni sono doverose: nella mostra non è possibile entrare con zaini, zainetti (si borse) quindi o li lasciate in auto oppure dovete lasciarli al guardaroba (costo 2 Euro) e li ritirerete all’uscita. Le fotografie si possono fare (lo avrete capito dalla mole di immagini che abbiamo pubblicato sulla pagina FB in diretta) ma senza flash, ed essendo la mostra, in alcuni punti un po’ al buio, non tutto uscirà alla perfezione.

E’ anche possibile il noleggio di audioguida al costo di 6,00€. Noi non l’abbiamo presa e a detta di ascoltava non era nulla di particolarmente interessante in quanto ripeteva quello che potete tranquillamente leggere sui cartelli.

Detto questo iniziamo.

All’ingresso vi accoglieranno i poster dei film, entrerete quindi in una sala dove tre fortunati (solitamente chiamano i bambini quindi non v’accalcate…a meno che non siate bambini ovviamente) saranno smistati dal cappello parlante (abbiamo quasi la certezza che tutti saranno Grifondoro). Finita la “cerimonia” vi si aprirà una porta che vi porterà in un’altra saletta dove verranno trasmessi spezzoni, in inglese, da tutti i film.

Ecco quindi che inizia la vostra visita, e non poteva non iniziare con il fantastico Hogwarts Express in primis (state attenti alla sparaflashata che ci ha colti di sorpresa, capirete capirete)

 

Non staremo a descrivervi per filo e per segno ogni singolo oggetto per non rovinarvi la sorpresa nel caso abbiate deciso di andarci. Nel caso non possiate, comunque qualche foto la potete vedere sulla nostra pagina fb.



All’interno del percorso è possibile “giocare a Quidditch”, potete provare l’emozione di sedervi sull’enorme sedia all’interno della capanna di Hagrid. (piccola piccola nota….non c’è Thor … ) e se volete potrete prendere letteralmente per i capelli la Mandragola. (ma posizionate correttamente il paraorecchie per non fare come Neville…. No il paraorecchie non c’è ma la vocina stridula è proprio simile a quella della lezione di Erbologia)

                



E vi starete chiedendo, ma alla fine sta mostra merita o no?

                             


Per un fan della saga, a nostro avviso merita la visita, magari non aspettatavi una cosa stile Studios o ricreazioni di luoghi particolari (eccezion fatta per la Capanna di Hagrid), ma da veri potterhead saprete apprezzare davvero la mostra. Siamo sicuri che vi soffermerete a notare alcuni dettagli che vi lasceranno sorpresi (come per noi un abito, ma non vi diremo quale…) o semplicemente vi fermerete all’ingresso della sala grande e vi immergerete nel mondo che avete sempre sognato di vivere tornando ad essere quelli 11enni (ma anche ventenni, trentenni, ecc) che aspettano il Gufo con la busta di accettazione alla Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts.

Vogliamo anche fare i complimenti a chi ha organizzato l’evento perché nonostante ci sia gente, nonostante ci sia abbastanza caos, è praticamente impossibile non vedere da vicinissimo un qualsiasi oggetto. Hanno dato la possibilità a tutti e intendo tutti di “toccare con mano” (magari non nel senso letterale del termine perché è VIETATO TOCCARE) il mondo creato da J.K. Rowling.


Alla fine dell’esposizione c’è lo shop a tema quindi preparatevi a spendere.

Commenti

Post più popolari