Le storie dei fondatori di Hogwarts

Cosa sappiamo delle quattro persone che hanno effettivamente fondato Hogwarts?
Goditi queste nuove illustrazioni di Godric Grifondoro, Tosca Tassorosso, Salazar Serpeverde e Priscilla Corvonero e le loro storie.

Secondo il professor Ruf, Godric, Tosca, Salazar e Priscilla "costruirono questo castello insieme, lontano dagli occhi dei Babbani curiosi". Per la maggior parte, i quattro lavorarono alla creazioni di Hogwarts in armonia, ma non passò molto tempo prima che le inquietanti visioni di Salazar Serpeverde sul mondo dei maghi causarono una spaccatura.

Ma che dire sulle storie individuali dei fondatori?


Godric Grifondoro


 "Audace Grifondoro, dalla brughiera selvaggia" dimorò a Godric's Hollow, la futura casa di molti personaggi noti della saga, da Bathilda Bath agli stessi Potter.

Proprio come la casata da lui fondata, Godric era noto per il suo coraggio e le sue abilità come duellante. Aveva persino una spada speciale creata per lui da Ragnuk il Primo, il più raffinato degli argentieri folletti. La spada era "argento scintillante" con "rubini delle dimensioni di uova". Era così bella che Ragnuk cercò di riprenderselo, accusando Godric di averlo rubato. Per fortuna, il mago non era una persona con cui scherzare, e alla fine riprese ciò che era suo dalla comunità goblin. Questo non ha impedito ai goblin di creare un "falso mito" del furto di Grifondoro.

La leggenda narra che Godric diede anche il Cappello Parlante, un copricapo senziente che divenne lo strumento per smistare gli studenti nelle varie case. Il cappello possiede l'intelligenza di tutti i fondatori, quindi può trasmettere la loro intuizione a ogni studente di Hogwarts per sempre.

Godric rimarrà sempre conosciuto per le sue abilità in battaglia e per la sua lotta contro la discriminazione Babbana nel mondo magico. In effetti, fu proprio a seguito di una discussione sull'argomento tra Godric e Salazar a far lasciare la scuola a quest'ultimo.

Tosca Tassorosso


Tosca, "dalla grande valle" era la fondatrice della casa che valorizzava quelli che erano "giusti e leali". Secondo il Cappello Parlante, Tosca giurò di 'insegnare il destino' - e non giudicò certi studenti rispetto ad altri, indipendentemente da quanto talento avessero o da quali famiglie provenissero.

Ad Hogwarts, Tassorosso era nota per il suo talento negli Incantesimi e usava le sue straordinarie capacità per preparare il cibo - una sua specialità - e per creare splendide feste che erano apprezzate da tutti. Il suo talento avrebbe riunito l'intera scuola in armonia.

Le fantastiche ricette di Tosca sono ancora utilizzate nelle cucine di Hogwarts fino ad oggi e il suo ritratto lo si trova nella sala comune dei Tassorosso, brindando ai suoi studenti con la sua coppa d'oro. Nessuna meraviglia che le feste siano sempre così trionfanti e generose.

E per quanto riguarda quella coppa d'oro? Bene, quella stessa coppa sarebbe stata tramandata ai discendenti di Tosca, finendo per cadere nelle mani di Hepzibah Smith, una strega 'lontanamente discendente' con un debole per i preziosi ciondoli. Sfortunatamente per lei, un giovane di nome Tom Riddle ne era a conoscenza, e una volta che l'ebbe presa, la fedele coppa di Tosca incisa con un tasso sarebbe diventata uno degli Horcrux di Lord Voldemort.

Salazar Serpeverde


Per molti anni, tutto andrò bene tra i quattro fondatori. Eppure, quando l'accorto Salazar, "dalla palude" ha suggerito che solo quelli provenienti da famiglie magiche meritavano di andare ad Hogwarts, i suoi tre amici gli si rivoltaron contro.

Lasciò la scuola. Prima però, costruì una stanza segreta all'interno del castello con una grande statua di se stesso e un mostro che solo lui poteva controllare.

La camera rimase un segreto, finché l'erede di Salazar Serpeverde arrivò ad Hogwarts, pronto a finire il lavoro dell'antenato. Serpeverde lasciò anche un medaglione d'oro, prezioso cimelio di famiglia, che alla fine diventò un Horcrux di Lord Voldemort.

Nonostante i suoi difetti, Salazar era un mago di talento, abile Legilimens e Serpentese, la sua eredità vive attraverso i suoi discendenti, in particolare Lord Voldemort. Per fortuna, la sua natura ostile contro i nati Babbani non era molto condivisa nella comunità magica. E non tutta l'eredità di Salazar era cattiva. Una sua
discendente, Isotta Sayre, avrebbe fondato la scuola di Ilvermony e la bacchetta di Salazar sarebbe stata sepolta nel terreno, trasformandosi in un albero di legno di serpente con foglie dai poteri ristorativi.

Priscilla Corvonero


Priscilla, "dalla valletta" era la strega più brillante del suo tempo, ma la sua storia è tragica. Conosciuta per il suo spirito e amore per l'apprendimento, portava un diadema che si dicesse garantisse saggezza a chi lo indossava.

Tuttavia, la stessa figlia di Priscilla divenne gelosa dell'intelligenza della madre. Helena Corvonero rubò il diadema e scappò, un fatto che Priscilla tenne nascosto ai suoi amici anche quando si ammalò.

Nel disperato tentativo di vedere la figlia un'ultima volta prima di morire, Priscilla incaricò un uomo di portare a casa Helena. Sfortunatamente, l'uomo era il Barone Sanguinario, innamorato di Helena, e la pugnalò rabbiosamente quando la ragazza rifiutò di tornare a casa. Alla morte della ragazza, Priscilla morì di crepacuore. Non c'è da meravigliarsi se il fantasma di Helena vaga per i corridoi di Hogwarts
in silenzio.


Commenti

Post più popolari